Cavitazione: protocollo esclusivo con due tipologie di ultrasuoni

Benvenuti nel nostro centro, specializzato e autorizzato dall’Ufficio di Sanità di Bellinzona in molteplici trattamenti di estetica medicale nonché formati all’utilizzo delle tecnologie secondo la normativa Svizzera O-Lrnis dove ci avvaliamo dell’efficacia delle migliori e più avanzate tecnologie.


Scopri come ridurre il grasso corporeo con la cavitazione

Cos’è la cavitazione?

la cavitazione è una procedura non invasiva che utilizza ultrasuoni per distruggere le cellule adipose, consentendo al corpo di eliminare in modo naturale il grasso in eccesso.

Come funziona il nostro protocollo?

Il trattamento di Cavitazione facilita la riduzione degli accumuli di grasso, della cellulite e rimodella il corpo grazie alle onde ultrasoniche ad alta frequenza che distruggono le cellule adipose senza danneggiare i tessuti circostanti. Questo processo consente al corpo di eliminare gradualmente il grasso attraverso i processi metabolici naturali.

Il nostro protocollo esclusivo si suddivede in due fasi:

  1. Nella prima fase della procedura la pelle è esposta ad una frequenza ultrasonica che incrementa la temperatura nei tessuti. Il metabolismo cellulare migliora e i prodotti metabolici vengono rimossi dalle ghiandole sudoripare e dal sistema circolatorio. Il grasso delle cellule adipose viene spostato nel fegato, dove viene rotto (scomposto in glicerolo e acidi grassi)e usato come se fosse energia derivante dal cibo (glicerolo).
  2. Gli ultrasuoni cavitazionali svolgono un ruolo chiave nella seconda fase, danneggiando le membrane cellulari degli adipociti e aiutando così a ridurre la cellulite. Sotto l’influenza dell’onda ultrasonica cavitazionale le cellule adipose si contraggono e le vibrazioni aiutano a ridurre la cellulite.

Il trattamento è completamente non invasivo e sicuro, efficace principalmente nell’eliminazione dell’obesità locale e ridurre il tessuto adiposo difficile da raggiungere con i metodi classici. Tuttavia, non può essere usato come unico modo per trattare l’eccesso di peso.


Domande frequenti:

La cavitazione e dolorosa?

No, la cavitazione è un trattamento indolore. Al massimo potresti avvertire una sensazione di calore durante la procedura.

Quanto tempo dura una sessione di cavitazione?

Le nostre sessioni di cavitazione di solito durano tra i 30 e 60 minuti, a seconda delle aree trattate e dalle esigenze individuali.

Quanto è efficace la cavitazione nel ridurre il grasso corporeo?

La cavitazione è stata dimostrata essere efficace nel ridurre il grasso corporeo, ma i risultati possono variare da persona a persona.


LEGGE FEDERALE LRNIS

I Trattamenti con tecnologie devono essere eseguita da personale esperto in quest’ambito e che siano in possesso dell’attestato federale di competenza (Legge federale LRNIS) a tutela dei consumatori sia in termini di idoneità delle apparecchiature sia in ambito di competenze dell’operatore. Infatti sebbene alcuni parametri siano tarati automaticamente dall’apparecchiatura secondo le caratteristiche individuali del cliente, il personale specializzato dovrà modificare i parametri per intensificarne l’efficacia in termini di risultati ottenuti e durata degli stessi.


Cosa è l’ultrasuono?

L’ultrasuono è la vibrazione meccanica di una frequenza che supera il livello che può essere ascoltato dall’orecchio umano.

Il limite superiore delle frequenze udibili per l’uomo, che è allo stesso tempo il limite inferiore degli ultrasuoni, è di 20 kHz, sebbene per molte persone questo limite sia molto più basso.

Gli ultrasuoni di 22-30 kHz, 1 MHz e 3 MHz sono utilizzati in cosmetologia e dermatologia.

Il calore endogeno dell’ultrasuono

Il calore dell’ ultrasuono è particolarmente adatto tonificare, rassodare, bruciare i grassi, riattivare la circolazione ed eliminare le tossine dal corpo. Ciò lo rende ideale per il rimodellamento e la perdita di peso, in particolare abbinandogli il movimento (è dimostrato che chi si sottopone al trattamento e dopo pratica attività fisica, consumerà molto più grasso in quanto l’azione termica durerà fino a 48 ore ed il tessuto sarà più ricettivo e vascolarizzato). Queste onde riscaldano piacevolmente la parte interessata fino a 4 cm di profondità, così da rendere il grasso caldo bio disponibile al suo consumo.

Azioni degli ultrasuoni:

AZIONE MECCANICA: 

l’azione meccanica dell’ultrasuono sul corpo, noto come micromassaggio, comporta vibrazioni ritmiche nelle molecole dei tessuti. Ciò crea accelerazione dei processi di diffusione attraverso le membrane cellulari (aumenta la permeabilità delle membrane cellulari), scissione di molecole complesse (metabolismo) e migliora la microcircolazione dei tessuti, quindi vengono forniti rispettivamente più nutrienti e ossigeno.

EFFETTO TERMICO: 

l”effetto termico degli ultrasuoni comporta il trasferimento di energia nei tessuti in calore. A causa del calore, i vasi sanguigni si espandono e le cellule vengono alimentate con sangue, ossigeno e sostanze nutritive, dunque assistiamo ad un incremento del metabolismo cellulare e di vasodilatazione. L’elevazione termica genera, con effetto secondario, per attività riflessa, un aumento del tono muscolare.

AZIONE CHIMICO-FISICA: 

l’azione chimico-fisica degli ultrasuoni migliora il metabolismo cutaneo. Questo accelera la scomposizione delle proteine, la conversione da gel a sol e aumenta la conducibilità elettrica. 

AZIONE LIPOLITICA:

Gli ultrasuoni attraversando il tessuto determinano la liberazione di bolle di gas in esso disciolti che generando alte pressioni implodono provocando la rottura della membrana della cellula adiposa.


CONTROINDICAZIONI

Il trattamento è controindicato se non si è in perfetta salute, in gravidanza e allattamento, cancro da meno di 5 anni dalla remissione, pacemaker, insufficienza circolatoria, aritmie, protesi metalliche nell’area di trattamento, infezione virale, batterica e fungina, herpes attivo, infiammazione della pelle, discontinuità dell’epidermide nell’area di trattamento, tubercolosi attiva, coronariopatia, tromboflebite, incompleta crescita ossea, febbre, debolezza generale ed esaurimento, condizioni dopo terapia a raggi X, osteoporosi.