Peeling Chimico

Cos’è un peeling chimico?

peeling chimico

.

Cosa può migliorare un peeling chimico

  • Cicatrici da acne o acne
  • Linee sottili e rughe
  • Pigmentazione cutanea irregolare
  • Pelle ruvida e macchie squamose
  • Certe cicatrici
  • Pelle danneggiata dal sole

Quello che un peeling chimico non può fare

  • Tratta le rughe o le rughe profonde del viso
  • Stirare  significativamente la pe

Chi è un buon candidato per un peeling chimico?

Potresti non essere un buon candidato per il peeling chimico se hai:

  • Una storia di cicatrici cutanee patologiche (ipertrofiche o cheloidee)
  • Una carnagione o un tono della pelle naturalmente scuri
  • Una tendenza ad avere una iperpigmentazione delle tue cicatrici
  • Condizioni della pelle o farmaci che rendono la pelle più sensibile del normale

Come devo prepararmi per un peeling chimico?

Tutti i peeling chimici comportano alcuni rischi.

Il peeling chimico è di solito una procedura molto sicura se eseguita da un chirurgo plastico certificato ed esperto. Sebbene molto rari, infezioni o cicatrici sono rischi derivanti da trattamenti di peeling chimico.

Per le persone con determinati tipi di pelle, c’è il rischio di sviluppare un cambiamento di colore temporaneo o permanente nella pelle che si schiarisce o si scurisce. L’uso di farmaci ormonali o una storia familiare di scolorimento brunastro sul viso o in risposta alla guarigione della cicatrice può aumentare la possibilità di sviluppare una pigmentazione anormale.

Se in passato hai sofferto di herpes labiale (herpes), c’è il rischio di riattivazione. Assicurati di chiedere al tuo medico di prescrivere farmaci per ridurre il rischio di una riacutizzazione in risposta al trattamento. Informa il tuo medico se hai una storia di cheloidi o qualsiasi tendenza insolita alla cicatrizzazione.

Quali sono le fasi di una procedura di peeling chimico?

  • Leggero: All’inizio piccoli miglioramenti sottili, ma con più trattamenti il viso apparirà più luminoso e sano
  • Medio: La tua pelle sarà notevolmente più liscia e dall’aspetto più fresco
  • Profondo: i risultati sono eccezionali, ma il recupero richiede più tempo

Cos’è un peeling chimico leggero?

peeling chimico leggero

Un peeling chimico leggero potrebbe essere la scelta giusta se hai pigmentazione irregolare, secchezza, acne o rughe sottili. Questo tipo di peeling rimuove solo gli strati esterni della cute (epidermide) con una leggera esfoliazione e provoca un aspetto più sano e luminoso della pelle.

Gli agenti comunemente utilizzati nei peeling leggeri possono includere combinazioni di alfaidrossiacidi e beta idrossiacidi, come acido glicolico, acido lattico, acido salicilico e acido maleico. È possibile ripetere questi trattamenti a intervalli regolari per ottenere i risultati desiderati.

Passaggi della procedura di peeling chimico leggero:
  • Il tuo viso sarà pulito.
  • La soluzione chimica viene spazzolata sulla pelle e lasciata in posa per alcuni minuti. Potresti sentire un leggero bruciore.
  • Il peeling chimico viene quindi lavato via o neutralizzato.
Rischi di peeling chimico leggero e recupero

È probabile che si verifichino arrossamenti, bruciore, desquamazione della pelle e irritazione dopo un peeling chimico leggero.

Dopo trattamenti ripetuti, questi effetti collaterali probabilmente diminuiranno.

Altri rischi di peeling chimico leggero includono: iperpigmentazione (evitabile utilizzando sempre una crema solare ad alto fattore di protezione) e infezione.

Che cos’è un peeling medio?

peeling medio

Cicatrici da acne, rughe più profonde e colore della pelle non uniforme possono essere trattati con un peeling chimico medio.

Le sostanze chimiche utilizzate per questo tipo di peeling rimuoveranno le cellule della pelle sia dallo strato esternodella pelle (epidermide) che dalla parte superiore dello strato intermedio della pelle (derma).

Gli agenti frequentemente utilizzati per il peeling chimico di media profondità includono il TCA (acido tricloroacetico), la soluzione di Jessner e l’acido glicolico.

Fasi della procedura di peeling chimico medio
  • Il tuo viso sarà pulito.
  • La soluzione chimica viene spazzolata sulla pelle e lasciata agire per pochi minuti. Potresti sentire bruciore  durante la procedura.
  • L’area trattata può assumere un colore grigio biancastro.
  • Le sostanze chimiche vengono neutralizzate con un impacco salino fresco.

La tua pelle può diventare rossa o marrone nei giorni immediatamente successivi al peeling. Il processo di desquamazione inizia in genere entro 48 ore e dura una settimana. È importante mantenere la pelle ben idratata durante il processo di esfoliazione.

Rischi di peeling chimico medio e recupero

Quando l’acido tricloroacetico viene utilizzato in un peeling chimico medio,  si verificherà arrossamento, bruciore e desquamazione della pelle. Comunemente, i sintomi sono simili a quelli di una scottatura solare profonda.

Anche se queste sostanze chimiche non sbiancano la pelle, potresti notare alcuni cambiamenti di colore. Si consiglia di evitare il sole e di utilizzare la crema solare per diversi mesi per proteggere quel nuovo strato di pelle.

Altri rischi di peeling chimico medio includono:
  • Può verificarsi iperpigmentazione.
  • Le cicatrici permanenti sono un altro rischio raro.
  • Il rossore, che si verifica in tutti dopo il peeling, può durare alcuni mesi per alcune persone.

Cos’è un peeling profondo?

Botox Peeling e filler

Se hai rughe del viso più profonde, pelle danneggiata dal sole, cicatrici, aree macchiate o addirittura lesione precancerose, i peeling chimici del viso profondi potrebbero essere la scelta giusta per te. Il tuo medico stabilirà se sei un buon candidato per questa procedura.

In questo caso il peeling chimico penetrerà raggiungendo tutti gli strati cutanei (epidermide, derma papillare e derma reticolare). Per questo tipo di peeling, potrebbe essere necessario un anestetico locale e un sedativo per gestire qualsiasi disagio.

Un peeling chimico profondo di solito comporta un pretrattamento per un massimo di otto settimane. Questo preparerà la tua pelle per il peeling e accelererà il processo di guarigione.

Il pretrattamento può includere l’uso di una crema o un gel a base di acido retinoico, un farmaco su prescrizione derivato dalla vitamina A. Questo pretrattamento serve per assottigliare lo strato superficiale della pelle, consentendo alla soluzione chimica di penetrare in modo più uniforme e profondo.

Fasi della procedura di peeling chimico profondo
  • Ti verrà somministrato un sedativo per rilassarti insieme a un anestetico locale per intorpidire il viso.
  • Il tuo viso passerà attraverso un processo di pulizia graduale.
  • Il fenolo viene applicato sulla zona dopo un adeguato intervallo di tempo.
  • La sostanza chimica viene neutralizzata con acqua.
  • Uno spesso strato di unguento viene applicato sulla pelle, per prevenire secchezza e dolore. L’unguento deve restare al suo posto. A volte il chirurgo coprirà la tua pelle con strisce di nastro adesivo o garza medicata anziché un unguento.
Rischi di peeling chimico profondo

Una delle sostanze chimiche utilizzate in un peeling chimico profondo è il fenolo; il fenolo può schiarire la pelle trattata. Con questo tipo di peeling, la tua nuova pelle spesso perde la sua capacità di abbronzarsi normalmente. È fondamentale che l’area trattata sia protetta dal sole.

Anche il fenolo (un agente peeling profondo) può rappresentare un rischio speciale per le persone con malattie cardiache. Assicurati di informare il tuo chirurgo di eventuali problemi cardiaci e di includerlo nella tua storia medica.

Recupero peeling chimico profondo

I pazienti in genere possono tornare al lavoro e ad alcune delle normali attività due settimane dopo il trattamento.

I peeling chimici profondi del viso provocheranno desquamazione, formazione di croste, arrossamento della pelle e disagio per diverse settimane.

Il tuo medico fornirà antidolorifici per farti sentire a tuo agio. Anche se è probabile che il rossore scompaia in circa due settimane, la tua pelle può rimanere arrossata fino a tre mesi.

Un trattamento con un peeling chimico profondo produrrà risultati importanti e duraturi  che possono durare fino a 10 anni.


Salute

Se vuoi rigenerare la pelle con i peeling dobbiamo parlare.

I peeling sono semplici e sicuri se eseguiti correttamente… MA… Ci sono persone che provano a eseguirli senza un’adeguata istruzione o supporto e talvolta non finisce bene.

Non aiuta il fatto che ci siano persone che vendono peeling spazzatura su Amazon e che le persone li comprano senza sapere cosa contengono.

La maggior parte non si rende conto che sta acquistando una percentuale di acido che non dovrebbe MAI essere utilizzata.

Se vuoi farlo bene, allora dobbiamo affrontare ciascuna di queste domande passo dopo passo.

Il primo?

1 – Sei abbastanza sano per fare un peeling?

È fondamentale che tu sia in buona salute prima di applicare un peeling chimico. Non posso sottolinearlo abbastanza.

Ci sono molti fattori che potrebbero causare potenziali rischi o rallentare la guarigione e fare un peeling in quello stato non aiuterà la tua situazione.

2 – Parliamo di Farmaci:

Alcuni farmaci possono rendere la pelle sensibile o più reattiva. Farmaci come l’isotretinoina (roaccutan), la tretinoina, la terapia ormonale e gli steroidi comportano tutti maggiori rischi.

Se hai usato Roaccutan negli ultimi 12 mesi, il peeling è controindicato e forse devi aspettare ai farlo finché non ne avrai smesso per un po’ o avrai consultato il tuo medico.

3 – Parliamo di complicazioni sanitarie:

Recenti interventi chirurgici al viso, infezione da herpes, HIV, gravidanza, problemi di guarigione delle ferite, tendenza alle cicatrici ipertrofiche (in rilievo) e cheloidi, disturbi autoimmuni, abuso di farmaci, diabete. ecc non vanno d’accordo con questo trattamento.

Fondamentalmente, ogni volta che il tuo corpo si trova in un ambiente stressato, avrà più difficoltà a guarire da eventuali traumi. Questo perché il tuo corpo è già concentrato sulla cura di un altro problema importante.

Per ottenere i migliori risultati è fondamentale che tu ti senta bene prima di iniziare una serie di peeling, così sappiamo che il tuo corpo può concentrarsi sulla rigenerazione di una pelle nuova e sana e nient’altro potrà impedirlo.

Quindi sei abbastanza sano? Se non sei sicuro o sai di avere un problema ma vuoi comunque andare avanti, è il momento di consultare il tuo medico.

Se sei sano e pronto? Allora è il momento di saperne di più sulla tua pelle in modo che possiamo aiutarti a trovare il peeling giusto.


Qual è il tuo fototipo Fitzpatrick?

La scala Fitzpatrick è un metodo di classificazione della pelle basato sulla genetica, sull’etnia e altro ancora. Il motivo per cui è importante è che alcuni tipi di pelle reagiscono diversamente agli acidi.

Nota a margine: se vuoi seguirci, prendi i tuoi gadget gratuiti e il foglio di lavoro in modo da poterlo compilare mentre procedi!

Fondamentalmente, il contenuto di melanina della pelle è un fattore CHIAVE nella scelta del peeling appropriato.

Principalmente a causa dei trattamenti pre e post peeling che potrebbero essere necessari.

Per quelli di noi che sono maggiormente a rischio di cambiamenti di colore temporanei o permanenti nella pelle, è importante seguire il giusto protocollo.

I tipi di pelle più scuri corrono un rischio molto più elevato di PIH (iperpigmentazione post infiammatoria), motivo per cui dovrebbero sempre seguire un regime di pretrattamento con una terapia di inibizione della melanina con alfa arbutina o idrochinone prima di qualsiasi peeling. Ciò può ridurre notevolmente il rischio di eventuali problemi post-pelatura.

Ne parleremo più approfonditamente più avanti nelle lezioni.

Quale sei tu?
In realtà è molto semplice. Esistono sei tipi Fitzpatrick. I, II, III, IV, V e VI.

Esistono molte gamme di colori, quindi penseremo non solo al colore della tua pelle, ma anche al colore degli occhi e dei capelli, insieme alla tua eredità e anche a quanto sei suscettibile alle scottature al sole.

Iniziamo. Osserva ogni colonna della tabella seguente e scopri dove ti adatti:


Qual è la tua classificazione di Glogau?

Una delle cose che dobbiamo sapere prima di un peeling è lo stato attuale dei danni alla pelle, la storia e altro.

Glogau misura i danni attuali causati da attività precedenti. I cambiamenti sono designati come minimi, moderati, avanzati e gravi.

La classificazione di Glogau può essere molto utile quando si cerca di capire l’età esteriore della pelle. Questo ti aiuterà davvero a vedere se stai invecchiando “bene” o se hai bisogno di ulteriori soluzioni ai problemi.

Dai un’occhiata alla tabella e vedi dove si inserisce la tua pelle.

Pensi di sembrare più giovane o più vecchio della tua vera età?

Se hai passato i tuoi primi anni a crogiolarti al sole con olio per bambini e senza SPF, molto probabilmente stai riscontrando qualche danno solare.

Se fumi da anni, la tua pelle invecchia molto. Potremmo avere del lavoro da fare!

Fatto? Bene.

Ora possiamo andare avanti con il tuo tipo Fitzpatrick e la tua classificazione Glogau.


Ora scopriamo qual è la condizione generale della tua pelle.

Avrai notato specifiche scoloriture sulla pelle o precedenti cicatrici, cheratosi, linee e altro ancora. Queste cose sono tutte perfettamente normali, quindi non preoccuparti!

Molto probabilmente sai già che tipo di pelle hai ma esaminiamo l’immagine sottostante.

Perché abbiamo bisogno di sapere questo?

La condizione della tua pelle può avere un grande effetto sull’acido che scegliamo di utilizzare.

La pelle normale gestirà molto bene gli acidi. Dobbiamo solo mantenere la pelle in equilibrio per avere un ottimo risultato.

La pelle secca può avere un assorbimento non uniforme. La prima sfida è bilanciare gli strati della pelle. Uniforma la secchezza in modo che tutto sia liscio.

Alcune persone sono secche solo a causa dei prodotti che stanno applicando o perché sono troppo aggressivi con il lavaggio o altri acidi.

La pelle grassa gestirà molto bene gli acidi. È necessario prestare la massima attenzione immediatamente prima di applicare l’acido. Pulizia profonda ed eventualmente passaggi multipli con una soluzione preparatoria.

Se la tua pelle è eccezionalmente sensibile, un peeling chimico potrebbe non essere la soluzione migliore per te.

Nessun problema! Esistono molti prodotti quotidiani come enzimi e sieri acidi che potrebbero funzionare meglio.

Ecco la lezione chiave:

È particolarmente importante riequilibrare la pelle prima di applicare un peeling, se possibile.

È qui che entra in gioco il corretto regime quotidiano. Gli scrub granulari e le spugne esfolianti NON sono in realtà il modo per preparare la pelle.

Vogliamo utilizzare prodotti topici che uniformino chimicamente gli strati.

Prodotti come retinoidi e detergenti a base acida aiuteranno a rimuovere uniformemente l’accumulo di pelle morta in eccesso e ti lasceranno una superficie liscia, pronta per un’applicazione acida.

Alcuni di voi potrebbero già utilizzare prodotti che possono farlo. Perfetto. Nel caso in cui non lo sei, continuiamo a imparare.

Comprendendo su cosa vuoi lavorare, ora possiamo essere più specifici con i nostri bisogni di acido.

Passiamo quindi a un altro fattore importante che dobbiamo controllare nel nostro elenco prima di eseguire una serie di peeling.

Dobbiamo mettere la pelle nelle migliori condizioni possibili prima del peeling.


Preparare la pelle al peeling


Aspettative realistiche

Guarda questa foto degli strati di pelle per avere un’idea di quanto siano profondi i problemi.

In realtà vedere quanto in profondità la pigmentazione e altri problemi penetrano nella pelle può aprire davvero gli occhi, non è vero?

Comprendere la profondità in cui gli acidi possono penetrare e dove si trovano i problemi può aiutarci a avere un’idea migliore di quanti peeling avrai bisogno e di quali acidi funzioneranno meglio.

A volte abbiamo bisogno di andare un po’ più a fondo per affrontare questioni importanti.

Vedrai sempre grandi passi avanti, ma per ottenere un risultato soddisfacente, potresti fare i peeling per un anno o più.

Non importa quanto superficiali o profondi siano i problemi, non dimenticare mai che i peeling sono una progressione e per risolverli sarà necessaria almeno una serie completa di 6-8 peeling.

Quindi, riassumiamo questo.

Tempi di guarigione

Smiling woman ready for make-up

Sono importanti perché si estendono fino agli strati tissutali più profondi. Più follicoli ci sono, più veloce sarà il ricambio. Questo perché la nuova pelle si sposta rapidamente dal punto in cui il follicolo è collegato agli strati più profondi.

Nelle aree in cui il numero di follicoli è basso, ci vorrà più tempo per guarire. Lo sai che nel petto ne ha solo 20 e ovunque sul viso ne ha almeno da 400 a 1100? Ciò significa che il torace impiegherà molto più tempo per rigenerarsi e guarire dopo un peeling chimico rispetto a un trattamento viso.

Il resto del corpo è allo stesso modo, con la mano che ne ha circa 20 e la schiena circa 90. Tienilo a mente andando avanti così inizierai a capire perché alcune aree impiegheranno più tempo a sfaldarsi rispetto ad altre.

*Molte persone iniziano a farsi prendere dal panico pensando che il peeling non abbia funzionato poiché ci vuole “così tanto tempo” per sfaldarsi. Ma la prova è nella parte del corpo.

Dato che abbiamo appena imparato a conoscere gli strati e la velocità con cui la pelle si rigenera, prendiamoci un minuto per pensare al corpo e a tutte le diverse aree della pelle. Alcuni sono molto spessi e altri, come il viso, sono molto più sottili. Anche questo avrà un ruolo nella velocità con cui la pelle cambia ma ti aiuterà anche a capire perché alcune zone richiedono un peeling più profondo di altre.

Smiling woman ready for make-up

La pelle più sottile del viso è la zona degli occhi che è di circa 0,5 mm e al contrario, la più spessa è sulla pianta del piede con 4 mm. Troverai che le parti medie del corpo hanno uno spessore compreso tra 2 e 3 mm.

Usiamo sempre acidi più delicati sulle aree più sottili come gli occhi.

Potrà poi diventare progressivamente più forte sulle altre zone del viso e del corpo.
Ogni persona è diversa e la tua pelle può cambiare con l’età. In particolare tra i 50 e i 60 anni. Alcuni avranno una pelle molto sottile che deve essere trattata con molta cautela con delicati peeling idrossilici. Altri che hanno trascorso anni al sole possono avere una pelle spessa e segnata dalle intemperie, con molti danni causati dai raggi UV. I peeling superficiali potrebbero non dare il risultato desiderato e potrebbe essere necessario un peeling medio.

Tuttavia sarà necessario prestare attenzione poiché la pelle più vecchia impiegherà molto più tempo per rigenerarsi rispetto alla pelle più giovane. Ecco perché incoraggiamo un ricambio più rapido della pelle con un regime di retinoidi prima dell’applicazione dei peeling.

Cos’è un peeling chimico?

peeling chimico

Un peeling chimico utilizza una soluzione chimica per migliorare la consistenza e il tono della pelle rimuovendo gli strati esterni danneggiati.

Sebbene i peeling chimici siano usati principalmente sul viso, possono anche essere usati per migliorare la pelle del collo e delle mani nonché altre zone del corpo. L’esposizione al sole, l’acne o il semplice invecchiamento possono determinare un aspetto cutaneo irregolare, rugoso, macchiato o sfregiato.

Un peeling chimico è uno dei modi più economici per migliorare l’aspetto della tua pelle. Il potenziale risultato del peeling chimico dipende dal tipo di prodotto chimico e dalla tecnica utilizzata.

Cosa può migliorare un peeling chimico

  • Cicatrici da acne o acne
  • Linee sottili e rughe
  • Pigmentazione cutanea irregolare
  • Pelle ruvida e macchie squamose
  • Certe cicatrici
  • Pelle danneggiata dal sole

Quello che un peeling chimico non può fare

  • Tratta le rughe o le rughe profonde del viso
  • Stirare  significativamente la pelle flaccida o ptosica
  • Rimuovere  le cicatrici profonde

Chi è un buon candidato per un peeling chimico?

Potresti non essere un buon candidato per il peeling chimico se hai:

  • Una storia di cicatrici cutanee patologiche (ipertrofiche o cheloidee)
  • Una carnagione o un tono della pelle naturalmente scuri
  • Una tendenza ad avere una iperpigmentazione delle tue cicatrici
  • Condizioni della pelle o farmaci che rendono la pelle più sensibile del normale

Come devo prepararmi per un peeling chimico?

Tutti i peeling chimici comportano alcuni rischi.

Il peeling chimico è di solito una procedura molto sicura se eseguita da un chirurgo plastico certificato ed esperto. Sebbene molto rari, infezioni o cicatrici sono rischi derivanti da trattamenti di peeling chimico.

Per le persone con determinati tipi di pelle, c’è il rischio di sviluppare un cambiamento di colore temporaneo o permanente nella pelle che si schiarisce o si scurisce. L’uso di farmaci ormonali o una storia familiare di scolorimento brunastro sul viso o in risposta alla guarigione della cicatrice può aumentare la possibilità di sviluppare una pigmentazione anormale.

Se in passato hai sofferto di herpes labiale (herpes), c’è il rischio di riattivazione. Assicurati di chiedere al tuo medico di prescrivere farmaci per ridurre il rischio di una riacutizzazione in risposta al trattamento. Informa il tuo medico se hai una storia di cheloidi o qualsiasi tendenza insolita alla cicatrizzazione.

Quali sono le fasi di una procedura di peeling chimico?

Le soluzioni chimiche vengono applicate con cura sulla pelle per migliorare l’aspetto rimuovendo gli strati esterni danneggiati. La formula utilizzata dal medico verrà adattata alle vostre esigenze .

Esistono tre tipi di peeling chimici a seconda della profondità raggiunta dal peeling:

  • Leggero: All’inizio piccoli miglioramenti sottili, ma con più trattamenti il viso apparirà più luminoso e sano
  • Medio: La tua pelle sarà notevolmente più liscia e dall’aspetto più fresco
  • Profondo: i risultati sono eccezionali, ma il recupero richiede più tempo

Cos’è un peeling chimico leggero?

peeling chimico leggero

Un peeling chimico leggero potrebbe essere la scelta giusta se hai pigmentazione irregolare, secchezza, acne o rughe sottili. Questo tipo di peeling rimuove solo gli strati esterni della cute (epidermide) con una leggera esfoliazione e provoca un aspetto più sano e luminoso della pelle.

Gli agenti comunemente utilizzati nei peeling leggeri possono includere combinazioni di alfaidrossiacidi e beta idrossiacidi, come acido glicolico, acido lattico, acido salicilico e acido maleico. È possibile ripetere questi trattamenti a intervalli regolari per ottenere i risultati desiderati.

Passaggi della procedura di peeling chimico leggero:
  • Il tuo viso sarà pulito.
  • La soluzione chimica viene spazzolata sulla pelle e lasciata in posa per alcuni minuti. Potresti sentire un leggero bruciore.
  • Il peeling chimico viene quindi lavato via o neutralizzato.
Rischi di peeling chimico leggero e recupero

È probabile che si verifichino arrossamenti, bruciore, desquamazione della pelle e irritazione dopo un peeling chimico leggero.

Dopo trattamenti ripetuti, questi effetti collaterali probabilmente diminuiranno.

Altri rischi di peeling chimico leggero includono: iperpigmentazione (evitabile utilizzando sempre una crema solare ad alto fattore di protezione) e infezione.

Che cos’è un peeling medio?

peeling medio

Cicatrici da acne, rughe più profonde e colore della pelle non uniforme possono essere trattati con un peeling chimico medio.

Le sostanze chimiche utilizzate per questo tipo di peeling rimuoveranno le cellule della pelle sia dallo strato esternodella pelle (epidermide) che dalla parte superiore dello strato intermedio della pelle (derma).

Gli agenti frequentemente utilizzati per il peeling chimico di media profondità includono il TCA (acido tricloroacetico), la soluzione di Jessner e l’acido glicolico.

Fasi della procedura di peeling chimico medio
  • Il tuo viso sarà pulito.
  • La soluzione chimica viene spazzolata sulla pelle e lasciata agire per pochi minuti. Potresti sentire bruciore  durante la procedura.
  • L’area trattata può assumere un colore grigio biancastro.
  • Le sostanze chimiche vengono neutralizzate con un impacco salino fresco.

La tua pelle può diventare rossa o marrone nei giorni immediatamente successivi al peeling. Il processo di desquamazione inizia in genere entro 48 ore e dura una settimana. È importante mantenere la pelle ben idratata durante il processo di esfoliazione.

Rischi di peeling chimico medio e recupero

Quando l’acido tricloroacetico viene utilizzato in un peeling chimico medio,  si verificherà arrossamento, bruciore e desquamazione della pelle. Comunemente, i sintomi sono simili a quelli di una scottatura solare profonda.

Anche se queste sostanze chimiche non sbiancano la pelle, potresti notare alcuni cambiamenti di colore. Si consiglia di evitare il sole e di utilizzare la crema solare per diversi mesi per proteggere quel nuovo strato di pelle.

Altri rischi di peeling chimico medio includono:
  • Può verificarsi iperpigmentazione.
  • Le cicatrici permanenti sono un altro rischio raro.
  • Il rossore, che si verifica in tutti dopo il peeling, può durare alcuni mesi per alcune persone.

Cos’è un peeling profondo?

Botox Peeling e filler

Se hai rughe del viso più profonde, pelle danneggiata dal sole, cicatrici, aree macchiate o addirittura lesione precancerose, i peeling chimici del viso profondi potrebbero essere la scelta giusta per te. Il tuo medico stabilirà se sei un buon candidato per questa procedura.

In questo caso il peeling chimico penetrerà raggiungendo tutti gli strati cutanei (epidermide, derma papillare e derma reticolare). Per questo tipo di peeling, potrebbe essere necessario un anestetico locale e un sedativo per gestire qualsiasi disagio.

Un peeling chimico profondo di solito comporta un pretrattamento per un massimo di otto settimane. Questo preparerà la tua pelle per il peeling e accelererà il processo di guarigione.

Il pretrattamento può includere l’uso di una crema o un gel a base di acido retinoico, un farmaco su prescrizione derivato dalla vitamina A. Questo pretrattamento serve per assottigliare lo strato superficiale della pelle, consentendo alla soluzione chimica di penetrare in modo più uniforme e profondo.

Fasi della procedura di peeling chimico profondo
  • Ti verrà somministrato un sedativo per rilassarti insieme a un anestetico locale per intorpidire il viso.
  • Il tuo viso passerà attraverso un processo di pulizia graduale.
  • Il fenolo viene applicato sulla zona dopo un adeguato intervallo di tempo.
  • La sostanza chimica viene neutralizzata con acqua.
  • Uno spesso strato di unguento viene applicato sulla pelle, per prevenire secchezza e dolore. L’unguento deve restare al suo posto. A volte il chirurgo coprirà la tua pelle con strisce di nastro adesivo o garza medicata anziché un unguento.
Rischi di peeling chimico profondo

Una delle sostanze chimiche utilizzate in un peeling chimico profondo è il fenolo; il fenolo può schiarire la pelle trattata. Con questo tipo di peeling, la tua nuova pelle spesso perde la sua capacità di abbronzarsi normalmente. È fondamentale che l’area trattata sia protetta dal sole.

Anche il fenolo (un agente peeling profondo) può rappresentare un rischio speciale per le persone con malattie cardiache. Assicurati di informare il tuo chirurgo di eventuali problemi cardiaci e di includerlo nella tua storia medica.

Recupero peeling chimico profondo

I pazienti in genere possono tornare al lavoro e ad alcune delle normali attività due settimane dopo il trattamento.

I peeling chimici profondi del viso provocheranno desquamazione, formazione di croste, arrossamento della pelle e disagio per diverse settimane.

Il tuo medico fornirà antidolorifici per farti sentire a tuo agio. Anche se è probabile che il rossore scompaia in circa due settimane, la tua pelle può rimanere arrossata fino a tre mesi.

Un trattamento con un peeling chimico profondo produrrà risultati importanti e duraturi  che possono durare fino a 10 anni.

All’inizio

Sono molto affascinata dalla fotografia e dalla sua capacità di portare l’immaginazione in luoghi straordinari. Mi sono innamorata subito dell’idea di filmare le mie produzioni, così mi ho iniziato a imparare il più possibile.

Attuale

Negli ultimi quattro anni e mezzo ho imparato a fare il regista da solo e continuo a imparare ogni giorno. Sto costruendo la mia attività come regista freelance, oltre a lavorare ai miei servizi fotografici.